"Nella foresta delle maschere" di Laurent Moureau

Non c'è che dire a volte bisogna solo essere fortunati, o almeno vedere i segni piccoli che il destino ci lascia nei posti più impensati...fuori dalla porta di casa, ad esempio!
Oggi sono rientrata a casa e ho trovato un plico con i volantini di Xanadu pronti a girare per le scuole e il plico di libri di Orecchio acerbo. Che bello avere un abbonamento che ti raggiunge quando sa lui! Mi aspettavo la novità di Buchettino e invece oltre a questo, che vi racconterò nei prossimi giorni, c'era un bellissimo calendario del 2016 e... Nella foresta delle maschere di Laurent Moreau!


L'avevo visto in fiera ma non avevo capito bene il meccanismo, Moreau mi piace tanto ma su questo albo non mi ero soffermata e invece ha una caratteristica bellissima: puoi diventare, alla lettera, parte della storia. Animale tra gli animali, gigante e elfo tra giganti e elfi tutti contro il cacciatore che irrompe nella foresta pensando di uccidere chi gli pare e piace. E invece no, lui dalla foresta viene cacciato e se ai bambini non "basta" questo possono far scappare chi più li spaventa con le maschere di tutto gli animali dell'albo!
Sì, avete capito bene, ad ogni tavola corrisponde nel mezzo una pagina che si stacca e che ha una maschera che basta staccare e indossare per diventare volti, tigri, gufi, conigli, gicanti ecc.
Una trovata editoriale interessante, un modo per far diventare l'albo un libro-gioco, un libro "interattivo" come piace dire di questi tempi!
Insomma siamo tornati a casa, abbiamo avuto la gioia del libro e...i bambini si sono rincorsi mascherati fino a cena e oltre... E se penso che siamo a Venezia nella settimana di carnevale ditemi voi...se non è un segno questo!

Cacciatori di ogni fatta e specie state alla larga!

Etichette: , , , , ,