Premio Andersen 2014

Puntualissimi e attesissimi arrivano i premi Andersen, quest'anno con una categoria in più dedicata a Roberta Denti, la premiazione sarà sabato 24 presso il Museo Luzzati di Genova ma intanto ve li segnalo con le motivazioni originali della giuria.

MIGLIOR SCRITTORE  Fabrizio Silei:  Per essere la voce più alta e interessante della narrativa italiana per l’infanzia di questi ultimi anni. Per una produzione ampia e capace di muoversi con disinvoltura e ricchezza fra registri narrativi diversi: dall’umorismo alla misura breve del racconto per i più piccoli, dall’albo illustrato al romanzo per adolescenti, dal progetto creativo ad un forte impegno civile. Per una costante e limpida qualità della scrittura.

MIGLIOR ILLUSTRATORE Desideria Guicciardini: per un lungo, operoso e ricco percorso, sempre condotto all’insegna di un’assoluta e convinta professionalità. Per il coerente e ininterrotto valore della propria opera. Per una colta e attenta sensibilità figurativa capace, in ogni occasione, di entrare in forte rapporto con il testo. Per la vivida, intensa e struggente bellezza di alcune delle sue opere più recenti.

MIGLIOR LIBRO 0/6 ANNI Benjamin Chaud, Una canzone da orsi, Franco Cosimo Panini
Per un albo che combina perfettamente la tensione narrativa e l’invito al gioco e alla scoperta. Per una piccola storia dai molti echi, dolce e incantevole ma aperta all’avventura e alla scoperta di sé. Per le magnifiche tavole ariose e invitanti, ricche di mille particolari da scoprire.





MIGLIOR LIBRO 6/9 ANNI Kenneth Steven – Øyvind Torseter, Perché il cane ha il naso bagnato?, Electa Kids
Per un’opera in gran formato arguta e divertente, coinvolgente e fantasiosa. Per la capacità di ritornare, in modi assolutamente nuovi, sul tema dell’arca di Noè, saldandolo assieme con suggestioni che vanno dal mito alle “Storie proprio così” di Kipling. Per i disegni frizzanti, colti e surreali di una delle voci emergenti della grande illustrazione europea.



MIGLIOR LIBRO 9/12 ANNI Luigi Ballerini – ill. di Sara Benecino,La Signorina EuforbiaEdizioni San Paolo 
Per aver saputo raccontare uno spaccato di adolescenza ritraendone sapientemente dinamiche e sentimenti. Per l’abilità narrativa con cui l’autore riesce a intessere una trama scorrevole e divertente, capace di affiancare ai tempi comici l’occasione per riflessioni più profonde.





MIGLIOR LIBRO OLTRE I 12 ANNI Sally Gardner, Il pianeta di StandishFeltrinelli Kids
Per la proposta di una storia di grande intensità, in grado di offrire spazio al potere dell’immaginazione e ai temi della diversità e dell’accettazione. Per lo struggente ritratto di un’adolescenza in lotta, in un romanzo di formazione che dosa magistralmente avventura e indagine introspettiva.





MIGLIOR LIBRO OLTRE I 15 ANNI Annalisa Strada, Una sottile linea rosaGiunti
Per una storia che, con competenza e profonda sensibilità e delicatezza, affronta il tema delle scelte e degli affetti, soffermandosi coraggiosamente sulle dinamiche emotive intorno a una maternità inattesa. Per la capacità di riportare sulla pagina un linguaggio adolescente, senza forzature.





MIGLIOR LIBRO DI DIVULGAZIONE Isabel Minhós Martins – ill. Bernardo Carvalho, Andirivieni, La Nuova Frontiera Junior
Per un libro fortemente insolito capace di offrirci, assieme, un’ardita sintesi sulla evoluzione dell’uomo, un risentito approccio ecologico e una sorta di elogio della lentezza. Per la non comune forza grafica e la suadente, vivissima bellezza di immagini calde ed eleganti.



MIGLIOR LIBRO FATTO AD ARTE Paul Éluard – versione ital. di Franco Fortini realizzato da Anouck Boisrobert e Louis Rigaud, Libertà, Gallucci
Per un albo prezioso, delicato e raffinato, ricco di fascino e al tempo stesso sobrio e pulito. Per un’opera da leggere, da guardare e su cui riflettere. Lentamente. Per aver saputo riproporre in modo nuovo una magnifica poesia dal forte e immutato valore lirico e civile.




MIGLIOR ALBO ILLUSTRATO Alessandro Sanna, Fiume lento. Un viaggio lungo il PoRizzoli 
Per averci regalato, fra evocazione e rappresentazione, fra storia e natura, un ritratto vivido ed emozionante del fiume e delle sue storie. Per un’opera commossa e commovente, solenne e vitale di altissimo valore espressivo. Per disegni di assoluta e struggente bellezza, vibranti e incantati.




MIGLIOR LIBRO MAI PREMIATO Frank Asch – ill. di Mark Alan Stamaty, Giallo giallo, Orecchio Acerbo 
Per averci restituito un albo apparso nel 1971 e perfetta, mirabile interpretazione di un’epoca, delle sue speranze  e tensioni. Per disegni coraggiosamente inconsueti e sorprendenti, accompagnati da una grafica attenta ai ritmi del racconto. Per offrirsi gioiosamente al gioco e a fertili processi di identificazione.

MIGLIOR LIBRO A FUMETTI Assia Petricelli e Sergio Riccardi, Cattive ragazze, Sinnos 
Per un libro che coniuga perfettamente la struttura narrativa del fumetto con i registri della biografia. Per una narrazione che, scegliendo di raccontare un universo femminile, va oltre stereotipi e questioni di genere e, con un approccio accattivante e incisivo, invita alla riflessione, emozionando e coinvolgendo





MIGLIORE CREAZIONE DIGITALE Il libro bianco , Minibombo
Per essere un’applicazione esattamente a misura di bambino, caratterizzata da essenzialità, efficacia e immediatezza. Per l’attenzione ai bambini e ai loro adulti in un progetto che coniuga la qualità dei contenuti alla sperimentazione di linguaggi e mezzi diversi. Per il coraggio di presentarsi all’esordio come casa editrice lavorando sul cartaceo e sul digitale senza considerarli ambiti distinti.


MENZIONE SPECIALE AL PROGETTO EDITORIALE I “Quaderni quadroni” di Rrose Sélavy editore 
Per la felice e accorta peculiarità del progetto grafico. Per proporre con scelte coraggiose e intelligenti voci di autori noti che mai si erano cimentati con la scrittura per ragazzi. Per gli eccellenti risultati raggiunti su questo versante e per la scelta altrettanto qualificata degli illustratori coinvolti nell’impresa.


PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA Donzelli editore per la pubblicazione dell’opera di Giuseppe Pitrè “300 fiabe, novelle e racconti siciliani” con la traduzione di Bianca Lazzaro e le illustrazioni di Fabian Negrin 

Per avere per la prima volta tradotto integralmente in lingua italiana la raccolta più importante del nostro patrimonio folklorico. Per l’assoluto rigore scientifico e filologico del lavoro. Per aver offerto al lettore sia la monumentale opera in quattro volumi, con testo a fronte, delle “Fiabe, novelle e racconti popolari siciliani” sia, attraverso “Il pozzo delle meraviglie”, una più agile edizione rivolta agli amanti della narrazione fiabesca.



I PROTAGONISTI DELLA PROMOZIONE DELLA CULTURA E DELLA LETTURA 2014 Biblioteca dei ragazzi di Rozzano (MI) Centro culturale Cascina Grande – Comune di Rozzano

 Per le molteplici azioni di promozione della lettura e del benessere sul territorio, realizzate interpretando la periferia urbana e sociale quale opportunità anziché limite; per la particolare attenzione rivolta ai preadolescenti e agli adolescenti, calibrando l’offerta attraverso l’intreccio di media e occasioni culturali differenti; per aver favorito con il progetto Digital Readers  una riflessione, di portata nazionale, su lettura e nuove tecnologie.
Radio Magica 

 Per aver saputo costruire, in breve tempo, una rete virtuosa e una piattaforma capaci di rendere pienamente accessibili le narrazioni per l’infanzia a tutti i bambini, indipendentemente dalle loro abilità di lettura; per la caparbietà nell’aver portato un’idea a diventare una realtà concreta, sapendo trasformare i bisogni individuali in un’azione rivolta alla collettività.

PREMIO ROBERTO DENTI ALLA LIBRERIA DELL’ANNO PER RAGAZZI promosso da AIE-Associazione Italiana Editori e ANDERSEN Libreria Cuccumeo di Firenze

Per aver saputo costruire, nel breve volgere di un triennio, un luogo capace di promuovere non solo la lettura e i libri, ma la cultura dell’infanzia e per l’infanzia nel suo complesso, articolando un ricco calendario di occasioni esito di fruttuose sinergie; per aver combinato la dimensione imprenditoriale con quella dell’animazione culturale divenendo, grazie alla molteplicità di competenze e passioni delle fondatrici, un punto di riferimento anche fuori dal proprio ambito territoriale.

Etichette: ,