Festa della mamma

La festa della mamma si avvicina e, come è ovvio, qualcosa a riguardo la dobbiamo pur scrivere, tuttavia sono giorni che ci penso perché questa cosa della mamma così com'è non mi convince, "che cos'è la mamma?" chiedono i bimbi sperduti a Wendy e io lo chiedo a voi. Ho pensato alle nuove famiglie tutte diverse e per me tutte belle finché l'amore le unisce; ho pensato a libri di vario genere sulle mamme, per le mamme, per bambini sulla mamma (e comunque in questi giorni non ve li risparmierò) etc. etc, poi ieri sera, leggendo il libro della buona notte, ho capito quello che volevo dire...
Il gatto Zorba per sfamare la piccola Fifì appena nata raccoglie mosche e la imbecca poi Fifì sazia si adagia su Zorba "Buono mamma, grazie, credo farò la nanna adesso mamma, ho tanto sonno" e Zorba: "Senti piccolina, mi dispiace, ma io non sono la tua mamma" e Fifì: " Certo che sei la mia mamma, sei una mamma molto buona, e sei anche la mamma più bella del mondo!" Dialogo tra un gatto maschio e un pulcino di gabbiano femmina... e non aggiungo altro.
La gabbianella e il gatto riduzione dell'omonimo libro di Sepulveda edito da Salani

Etichette: