Elogio dell'asilo nido in 4 punti


Pensare che siano ancora tanti i posti d'Italia in cui l'asilo nido (pubblico) è ancora un privilegio praticamente sconosciuto vuol dire ogni volta fare i conti con la nostra storia; qualcuno potrebbe obbiettare che, tutto sommato, il sud, in cui appunto ve ne sono ancora pochi come miraggi, è anche la parte del Paese in cui le donne sono di più a casa e dove la struttura societaria garantisce la presenza dei nonni a sostenere la mamma per "badare" ai bambini. Posto che evidentemente questo è un serpente che si morde la coda, che meno le donne lavorano meno hanno bisogno (e hanno la possibilità di sostenere le rette) degli asili nido, e che vorrei smettere di pensare la cura dei bambini sempre legata esclusivamente alle mamme, vorrei spezzare più di una lancia a favore del nido come luogo di cura del bambino utile a se stesso.
Sarà capitato anche a voi di sentir dire, o di percepire dal non detto e dai comportamenti, che all'età dell'asilo nido il bambino non interagisce, è concentrato nel suo mondo, ha bisogno della mamma, che il servizio può essere utile come "parcheggio" (mi perdonino il termine gli addetti al settore) ma che se ci sono i nonni è meglio. Certo, tutto deve avere i suoi contorni, non consiglierei di lasciare un bambino di 3 mesi al nido (anche se la legge fortunatamente lo permette per garantire le mamme che magari potrebbero perdere il posto di lavoro), né opterei per quelle soluzioni in cui il bambino può stare al nido 12 ore, la centralità del tempo con i genitori è fondamentale, ma la nostra esperienza di asili nido è straordinariamente bella.
Vorrei sapervi raccontare nel dettaglio lo studio e la cura di ogni singola giornata e attività al nido; la certezza che mio figlio sia conosciuto nel profondo, seguito e amato non solo dalle educatrici ma anche dalla psicopedagogista di riferimento e dal cuoco o dalla cuoca (miti indiscussi dell'intero "mondo-nido"); la stima profonda e la gratitudine verso quelle persone che permettono tanta serenità e a cui posso sempre rivolgermi per un aiuto. Spero che una voce dal di dentro del nido un giorno passerà per le pagine di questo blog, intanto...ecco qualche buona ragione per diventare sfegatati sostenitori dell'asilo nido:

1) Il bambino è accudito in maniera competente e straordinaria, e può contare su di un equipe di lavoro che, oltre a proporre e sviluppare progetti bellissimi per i bambini, può essere di grande aiuto e sostegno alla genitorialità.
2) Il bambino si trova in un luogo perfettamente strutturato su di lui e sulle sue esigenze di ogni genere.
3) Il bambino si scopre individuo nel gruppo e questo, non solo non mortifica o limita la conoscenza di sè in tutte le sue fasi, ma la potenzia nel confronto con l'altro. E' sorprendente il livello di solidarietà ed empatia che si può sviluppare in un gruppo di bambini dell'età del nido.
4) Last but not least, il bambino si diverte e trova sicurezza nella certezza delle sue routine, dei suoi spazi e dei suoi compagni.


Etichette: ,